Cerca un Vip

archivio Vip

Seleziona una lettera

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


Sylvia Sidney

Sylvia Sidney159 cm (5 ft 2.5in)
Sylvia SidneySylvia Sidney, nome d'arte di Sophia Kosow (New York City, 8 agosto 1910 New York City, 1 luglio 1999), è stata un'attrice teatrale e attrice cinematografica statunitense, attiva dagli anni venti agli anni novanta, ovvero fino alla morte.

Nativa del Bronx, di religione ebraica, è ricordata per il suo aspetto glamorous caratterizzato da lineamenti orientali e, sul piano artistico, per le sue interpretazioni nei film Furia (1936) di Fritz Lang, al fianco di Spencer Tracy, e Sabotaggio (1936) di Alfred Hitchcock, accanto a John Loder.Candidata all'Oscar alla miglior attrice non protagonista nel 1974, è stata protagonista anche in televisione, ottenendo nello stesso anno una candidatura al Golden Globe per la migliore attrice non protagonista (premio poi vinto nel 1986 per la serie televisiva An Early Frost). Sempre nel 1974 è stata candidata al BAFTA.Fra i riconoscimenti ottenuti in carriera vi sono il Saturn Award per la miglior attrice non protagonista, conseguito nel 1988 per Beetlejuice e il National Board of Review Awards 1973, per Summer Wishes, Winter Dreams (1973), film che le è valso anche il Kansas City Film Critics Circle Award per la miglior attrice non protagonista.Per il contributo dato alla cinematografia, il suo nome è stato iscritto al numero 6245 della Hollywood Walk of Fame.Primi anniNata da Rebecca Saperstein, ebrea nativa della Romania, e da Victor Kosow, anch'egli ebreo, immigrato originario dell'attuale Bielorussia e commesso di un negozio di abbigliamento, a cinque anni d'età, dopo il divorzio dei genitori, Sylvia fu adottata dal patrigno, il dentista Sigmund Sidney. La madre, di mestiere sarta, assunse il nome di Beatrice Sidney.Sylvia Sidney iniziò la carriera d'attrice all'età di quindici anni adottando subito come nome d'arte il cognome del patrigno. Studiò recitazione alla Theater Guild's School for Acting e apparve in parecchie produzioni teatrali durante tutti gli anni venti guadagnandosi la stima della critica teatrale.Nel 1926 fu scoperta da un talent-scout di Hollywood che la fece debuttare nel cinema.CarrieraDurante la grande depressione, la Sidney apparve in diversi film, spesso interpretando ruoli da fidanzatina o sorella di gangster, talvolta accanto a mostri sacri del cinema, come Joel McCrea, Fredric March, George Raft (più volte suo partner sul grande schermo) e Cary Grant.Fra i suoi film di quel periodo figurano, oltre ai citati Sabotaggio e Furia: Una tragedia americana (1931), Le vie della città (1931) e Scena di strada (1931), Il sentiero del pino solitario (1936), girato agli albori del Technicolor, Sono innocente (1937), con Henry Fonda, ispirato alla vicenda di Bonnie e Clyde), Strada sbarrata (1937), con Humphrey Bogart.Dopo essersi avviata ad una...

Leggi la biografia completa di Sylvia Sidney
Fonte dati e immagini: wikimedia.org
Ti potrebbero interessare: